Immunologia, Allergologia e Intolleranze Alimentari

IMMUNOLOGIA
E’ quella scienza che studia tutti i processi di difesa dell’organismo contro l’aggressione o il contatto con sostanze estranee.Il termine immunità si riferisce a tutte le reazioni dell’organismo che hanno come fine l’eliminazione degli agenti estranei. Una risposta immune avviene ogni qualvolta un antigene viene a contatto con un anticorpo. In alcuni casi le reazioni di difesa eccedono dal loro scopo iniziale attraverso una risposta funzionale inadeguata, causando un danno per l’organismo: queste reazioni sono raggruppate sotto il termine di allergie.Le allergie sono note fin dall’antichità, ma i meccanismi di azione sono tuttora allo studio.

ALLERGOLOGIA
E’ una branca dell’immunologia che studia specificatamente tutte quelle reazioni che l’organismo manifesta quando viene a contatto con particolari sostanze: gli allergeni.

INTOLLERANZE ALIMENTARI
I disturbi causati dalle allergie o intolleranze alimentari possono essere molti, ma mentre nelle allergie i sintomi si manifestano rapidamente dopo l’ingestione di un determinato cibo ed è quindi facile metterli in relazione con l’alimento stesso, nelle intolleranze i disturbi compaiono dopo un certo periodo di tempo dal consumo dell’alimento responsabile. In quest’ultimo caso infatti, l’organismo mette in atto una serie di meccanismi compensatori per cui riesce a TOLLERARE quella determinata sostanza fino a quando, superato un certo limite,si arriva alla manifestazione del disturbo.Le intolleranze si manifestano quasi sempre con una sintomatologia generale più o meno sfumata (stanchezza, cefalea, gonfiori addominali, infezioni ricorrenti, dolori articolari, ecc.) o con modificazioni cutanee (pelle secca, eczemi, orticaria,ecc.); spesso sono correlate a disordini del peso corporeo.Tali reazioni non sono sempre immediate ma si possono presentare da 1 a 36 ore dopo l’assunzione del cibo in questione.

Tra gli alimenti quelli che più frequentemente danno reazioni sono:

  • RICCHI DI ISTAMINA: pomodoro, birra, formaggio stagionato e fermentato, spinaci, funghi, cioccolato, tonno in scatola.
  • ISTAMINO LIBERATORI: fragole.
  • TENDENZIALMENTE ALLERGIZZANTI: pesce, arance, uova, latte, soia, pesche, kiwi, crostacei.
  • CIBI CHE PIU FREQUENTEMENTE CAUSANO INTOLLERANZA: latte e latticini, lieviti, frumento, oli vegetali, olio di oliva, ecc.
E’ importante far notare che alla diagnosi di intolleranza alimentare deve seguire una terapia medica individuale che preveda, oltre alla sospensione per un certo periodo di tempo degli alimenti nocivi individuati, anche la prescrizione di un intervento finalizzato a rinforzare il sistema immunitario del paziente e ad allontanare le tossine inesorabilmente accumulate.